Remote connection senza monitor collegato, it’s possible

Remote connection

Remote connection è una funzione di che permette di collegarci da remoto ad un computer windows sfruttando una vcn, ovvero possiamo controllare un computer remoto come se ci fossimo seduti davanti. Ovviamente per poter sfruttare la cosa attraverso internet abbiamo bisogno di un ip pubblico o di un collegamento vpn, ma la cosa interessante è poter sfruttare il collegamento remoto in una rete locale, magari usando il computer remoto come server (lo so, windows come server suona male ma a volte è necessario). Qui sorgono i problemi, per poter collegarsi al computer tramite vcn è necessario che a quest’ultimo vi sia collegato un monitor. Ebbene si, un monitor, anche se la nostra macchina non verrà mai utilizzata direttamente, come nel mio caso, un monitor deve essere sempre collegato.
Qualche ricerca in rete suggerisce di utilizzare aggeggi strani da collegare alla porta dvi o vga per simulare la presenza dello schermo, oppure fare un ponte con una resistenza tra i pin della porta dvi, assurdo!
Alla fine ho scoperto che una semplice modifica al registro di windows ci permette di ottenere quello che ci serve.

Abilitare Remote connection senza monitor

Aprite il prompt dei comandi, cercate cmd con la ricerca di windows (il metodo più veloce), poi tasto destro su di esso ed eseguitelo come amministratore. Nel prompt digitate il comando di seguito:

reg add HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Terminal Server” /v fDenyTSConnections /t REG_DWORD /d 0 /f

quindi invio
Riavviate il computer et voilà, adesso potete accedere al computer remoto senza che vi sia un monitor attaccato. Ovviamente la cosa si riferisce al dektop remoto nativo di Windows, probabilmente con software come real vcn o teamviewer potrebbe anche funzionare senza modifiche. Il problema è che bisogna installare software di terze parti e di solito (almeno nel mio caso) i computer remoti hanno hardware abbastanza datato, chi non ha un computer vecchio che magari vuole sfruttare come server di documenti o musica ecc. Installando software aggiuntivi si rischia solo di appesantirlo inutilmente. Inoltre le prestazioni del protocollo windows rdp sono le migliori.

Precedente Parcella, ricavarsi l'imponibile dal totale pagato Successivo Mac con processore ARM, è già tra noi