Crea sito

Privacy e VPN? Solo se la vpn è vostra

privacy

La privacy utilizzando una VPN non è garantita. Molti influencer, youtuber, etc, sponsorizzano servizi VPN più o meno economici che promettono di tenervi al sicuro su reti Wifi pubbliche, mascherano il vostro indirizzo ip e il vostro traffico. In realtà c’è un rovescio della medaglia.

Il traffico generato dal vostro dispositivo è si nascosto, quindi non soggetto a intercettazioni sulla rete a cui siete collegati, ma viene diretto verso il servizio VPN che state utilizzando. Questo, riceve le vostre richieste, le elabora e vi restituisce la risposta.

In parole semplici, se digitate l’indirizzo di un sito nel vostro browser, la richiesta arriverà al fornitore di servizi VPN che vi rimanderà indietro la pagina web. Questo vuol dire che si, il gestore della rete a cui siete collegati non sa cosa state facendo, ma il fornitore della vpn si. Quest’ultimo sa esattamente cosa state facendo in rete e, cosa ne fa di queste informazioni?

Visto il costo irrisorio di questi servizi, a volte fortemente scontato, il dubbio si insinua. Se tenete alla privacy il miglior modo per avere più garanzie (non al 100%, si ben chiaro, dipende molto da come è configurato il vostro dispositivo) è quello di utilizzare TOR. Vi basta installare il browser già bello è pronto che trovate su www.torproject.org.

Purtroppo Tor non ha prestazioni eccellenti. L’alternativa è crearvi una vostra VPN, vi basta un router che supporti tale funzionalità. Vi consiglio i router Fritzbox, facilissimi da configurare che vi permettono di creare la vostra rete VPN. In qualsiasi posto vi trovate, la vostra connessione sarà sempre quella di casa.

Se invece la privacy non è un problema potete utilizzare i servizi a pagamento che vi consigliano in giro, non sono il massimo, ma almeno su reti sconosciute sarete protetti da frodi come furti di credenziali o peggio.