Crea sito

Mplayer, uniamo i file video

logo_mplayerVediamo un po’, vi è mai capitato di avere un film diviso in due file avi? Oggi vi spiegherò come unirli in pochissimo tempo grazie a mplayer, un potentissimo strumento open source che ci permette di riprodurre e manipolare la maggior parte dei file video in circolazione.

Installazione su Mac Osx

Per installare mplayer su mac osx armatevi di pazienza (ci metterà un po’ per compilare e installare il software, soprattutto se è la prima volta che usate MacPorts) e digitate a riga di comando:

sudo port install mplayer

Se non avete MacPorts installato, trovate la guida nell’articolo “Macports: installare software Unix su Mac Osx“.

Installazione su Linux

Su Linux l’installazione è più veloce, basta aprire il terminale e scrivere i comandi:

sudo apt-get install mplayer

sudo apt-get install mencoder

Mplayer in azione, uniamo i file

Una volta installato mplayer scriviamo nel terminale:

mencoder -oac copy -ovc copy <file1> <file2> -o <nome che si vuole dare al file risultante>

In pratica stiamo dicendo a mencoder di unire i due file usando la stessa qualità, in tal modo i due file verranno solo uniti senza essere ricodificati con un notevole risparmio di tempo. Un piccolo trucco per non dover ricordare il nome e il percorso dei file che passiamo ad mplayer consiste nel trascinarli all’interno del terminale, il nome del file e  il percorso verranno inseriti nella posizione in cui si trova il cursore.

Infine con l’ultimo comando possiamo riprodurre il file unito scrivendo sempre all’interno del terminale:

mplayer <file video da riprodurre>

Utilizzo Mplayer
Utilizzo Mplayer Fonte: wikimedia.org

Attenzione!

Con l’ultima versione di Mac Osx (10.9 Mavericks), ho riscontrato un errore di compilazione, per risolverlo aggiungete la stringa #include <OpenGL/gl.h> all’interno del file vo_corevideo.m, subito sotto gli altri #include. Il file lo trovate in  /opt/local/var/macports/sources/rsync.macports.org/release
/tarballs/ports/multimedia/MPlayer”