Crea sito

ISEE on-line, scopri come fare

ISEE, ovvero Indicatore della Situazione Economica Equivalente, se sei uno studente o devi richiedere un’agevolazione sicuramente ti sarà stato chiesto questo certificato. Quest’indice infatti serve a riassumere la situazione economica e patrimoniale di una famiglia è da diritto ad accedere a borse di studio, sconti su forniture idriche, elettriche, ecc e da luglio 2021 anche ai nuovi assegni familiari.

Proprio gli assegni familiari sono la causa dell’assalto ai CAF (Centri di Assistenza Fiscale) per la richiesta ISEE. Se anche tu hai bisogno di questo certificato e vuoi richiederlo ad un CAF armati di pazienza e preparati a una giornata di trafile. In alternativa puoi richiedere il certificato direttamente on-line e averlo in qualche ora.

Cosa serve per richiedere l’ISEE on-line

Per fare richiesta dell’ISEE pre-compilato hai bisogno dello SPID, il codice universale che ti permette di accedere a tutti i servizi della Pubblica Amministrazione, in alternativa puoi usare anche la CIE, ovvero la Carta d’identità elettronica. Un altro requisito necessario è uno smartphone e un computer o tablet. Ti serve inoltre il saldo sia del tuo conto corrente che di quello dei tuoi familiari al 31 dicembre (nel caso di ISEE 2021 il saldo deve essere quello al 31 dicembre 2019). Se hai un conto postale puoi recuperare il tutto da www.poste.it/prodotti/rilascio certificazione ai fini isee. Vanno dichiarati anche buoni fruttiferi, azioni ecc. Praticamente tutta la situazione patrimoniale della tua famiglia. Devi procurarti anche le targhe di eventuali veicoli posseduti da te e da altri componenti del nucleo familiare.

Riepilogando (le tre cose fondamentali sono SPID o CIE, il saldo dei c/c e la tessera sanitaria, dopo ti spiego perché):

  • SPID o CIE
  • Saldo conti al 31 dicembre
  • Targhe veicoli
  • Tessere sanitarie dei componenti del nucleo familiare
  • Patrimonio mobiliare e immobiliare

Richiedi l’ISEE on-line

Per la richiesta dell’ISEE pre-compilato ti basta puntare il browser sul sito INPS, selezionare quindi acquisizione, ti verrà richiesto di effettuare il login con SPID, CIE o PIN INPS dispositivo.

Dopo aver effettuato l’accesso verrai guidato passo passo nella richiesta. Ci sono due tipi di certificato, ordinario e semplificato, il tutto è dettagliatamente descritto. Nella maggioranza dei casi serve la DSU ordinaria.

Ad un certo punto bisogna inserire i dati del dichiarante, dopodiché quelli del nucleo familiare e l’indirizzo di abitazione. Per alcuni familiari potrebbe essere richiesta la verifica, è qui che serve il saldo del conto corrente. In effetti l’Agenzia delle Entrate sa già tutto, inserendo i dati richiesti bisogna sottoscrivere la dichiarazione, il pulsante verde in basso.

Con la sottoscrizione le informazioni inserite saranno trasmesse dall’INPS all’Agenzia delle Entrate la quale restituirà tutti i dati relativi ai componenti del nucleo familiare. Selezionando familiare per familiare si può verificare la correttezza dei dati (si, l’AdE sa già praticamente tutto, conti correnti, titoli, redditi, immobili), l’unica cosa da inserire sono sicuramente le targhe dei veicoli.

Se i dati sono corretti puoi accettare l’ISEE ed evitare ulteriori controlli, il tutto richiede qualche ora.