DNS https, testare il nuovo protocollo con Google Chrome

dns

Si parla sempre più di privacy, molti siti web hanno adottato il protocollo https per rendere lo scambio di dati più sicuro è difficile da intercettare, inoltre da un po’ Google penalizza nelle ricerche a chi non ha adottato tale protocollo. Il protocollo https non è applicato però alle richieste dns. In pratica il contenuto dei dati scambiati è criptato, mentre la richiesta al server dns no. Detto in parole semplici, quando digitate l’indirizzo di un sito web il browser interroga un server dns che traduce il nome del sito, ad esempio facebook.com, in un indirizzo ip (codice numerico associato al server, se da terminale digitate ping facebook.com otterrete anche l’ip di facebook).
Questa richiesta viene inviata in chiaro, un eventuale malintenzionato potrebbe conoscere il nome dei siti che state visitando intercettando il traffico di rete con dei software come wireshark, il protocollo dns-https impedisce che ciò avvenga.

Testare il protocollo dns-https con chrome

Su macos potete testare il dns-https semplicemente digitando nel terminale il comando di seguito:

nohup /Applications/Google\ Chrome.app/Contents/MacOS/Google\ Chrome --enable-features="dns-over-https<DoHTrial" --force-fieldtrials="DoHTrial/Group1" --force-fieldtrial-params="DoHTrial.Group1:server/https%3A%2F%2F1.1.1.1%2Fdns-query/method/POST" & disown >/tmp/chrome_doh_nohup_$(date +%F);

Si aprirà Chrome è possiamo testare se il protocollo è attivo all’indirizzo 1.1.1.1/help. Su www.zdnet.com trovate la guida anche per Chrome su Windows.

Precedente Batteria, trucchi per allungargli la vita Successivo Markdown, breve guida alla sintassi