Crea sito

Curiosità su Apple e i suoi prodotti che sicuramente non sapete

Curiosità strane su Apple e i suoi prodotti c’è ne sono un’infinità. Cose nascoste nei meandri dei sistemi operativi, software e hardware che non ti aspetteresti siano della casa di Cupertino, ecc. Se volete saperne di più continuate a leggere.

Il logo apple

La Apple nacque il 1 aprile 1976. Siamo abituati al suo famosissimo logo a forma di mela col morso, ma non è stato sempre così. Il primo logo della società era quello in figura al lato, un giovane Newton sotto un albero di mele. Il logo attuale della mela venne adottato in seguito, a Jobs vennero mostrate due versioni, una con morso e una senza. Scelse quello con il famoso morso in quanto l’altra versione poteva confondersi con una ciliegia o peggio un pomodoro.

i calendari nascosti in Mac osx

Mac OSX è uno stretto parente di BSD, entrambi derivano da UNIX e con lui condivide molte funzioni, easter eggs compresi. Nelle cartelle di sistema infatti sono nascosti alcuni calendari curiosi tra cui quello della saga di Tolkien, “The Lord of Ring”. Per accedere ai calendari vi basta aprire il terminale e digitare i seguenti comandi:

cd //
ls
cat calendar.lotr

calendar.lotr è proprio il calendario del signore degli anelli, scoprirete che la compagnia dell’anello parti per la ricerca il 16 dicembre, il compleanno di Frodo è il 14 settembre e altre curiosità. Digitando invece il comando cat calendar.computer avrete le date più significative della storia informatica. Con cat calendar.music, beh, scopritelo da soli.

Il mac che parla e canta

Siamo abituati a sentire la voce di Siri ormai presente su tutti i dispositivi prodotti dalla mela (esclusa la Apple TV purtroppo e non ho ancora capito il perché). Per quanto riguarda i computer Apple dovete sapere che sono in grado di parlare con voci differenti da quella di default. Per aggiungere nuove voci basta andare nelle “Preferenze di sistema” e selezionare le impostazioni di accessibilità. Nel menu a sinistra selezionate “Voce” e dal menu a tendina “Voce di sistema” selezionate “Ad hoc“. Qui potete effettuare il download di altre voci ed eventualmente sentirne l’anteprima prima di installarle. Per utilizzarle invece dovete usare il comando da terminale “say”. Vi basta digitare say -v <la voce che preferite> e dare invio. Tutto quello che scriverete adesso verrà pronunciato dal Mac ogni volta che premete invio. Dovete assolutamente provare “Violoncelli”. Potete anche registrare le voci col comando say -v violoncelli “testo da pronunciare” -o nomefile.aiff.

La nascita di iphone

Una curiosità poco nota ai più è la nascita di iPhone. Non tutti sanno che il primo prototipo di iPhone era un iPad, un padellone. Quando fu proposto il progetto a Jobs lo esaminò e disse “perché non farci un telefono”. Fu creato così il famoso “project purple”. Un manipolo di ingegneri confinati in una stanza con una hardware vecchissimo e una versione essenziale di OS X avrebbero tirato fuori il telefono che ha portato Apple ai vertici del mondo tech. La scelta di un hardware obsoleto era quella di spronare i tecnici a un estrema ottimizzazione del software, i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Per altre curiosità vi consiglio di leggere la biografia di Steve Jobs.

Le firme dentro al macintosh

Tra le manie del fondatore di Apple c’era l’attenzione per i dettagli. Tutto doveva essere perfetto, anche le cose che non si vedono. Chi ha aperto un dispositivo della mela sa di cosa parlo. Viene curata anche l’estetica della logic board compresa la disposizione dei chip. Una lezione che Jobs imparò dal padre adottivo, “quando costruisci un armadio devi curare persino la parte posteriore, anche se non si vede”. Quando venne costruito il primo Macintosh, Steve volle che le firme di tutto il team di sviluppo venissero stampate all’interno del case. Se avete un Macintosh a casa potete eventualmente controllare.

Gli ipod di hp

iPod è stato il punto di riferimento dei lettori mp3, praticamente ha dato il nome alla categoria dei riproduttori mp3 ed è stato il prodotto che ha riportato Apple alla riscossa. Il primo prodotto di successo dopo il ritorno di Jobs. C’è stato un periodo in cui la richiesta è stata talmente elevata per cui la casa di Cupertino, per riuscire a soddisfare la domanda, si accordò con HP per la produzione degli iPod. Ci sono in giro iPod marchiati HP, se siete collezionisti non lasciatevi scappare l’occasione per mettere la mani su uno di questi gioiellini.

Poker Texas Hold’em

Ebbene si, c’è un gioco di Poker Texas Hold’em sull’App Store che viene prodotto da Apple, per giunta gratuito. La qualità grafica è eccellente e curata nei minimi dettagli in pieno stile Apple, questo incide molto sul suo peso, circa 1,5Gb. C’è in versione per iphone che ipad.

Pippin

Pippin, la console della casa di Cupertino presentata in Giappone e Stati Uniti tra il ’95 e ’96. Curiosità sul sistema operativo, si trattava di una versione modificata di Mac OSX. Inoltre era dotata di un processore PowerPC a 66Mhz. Utilizzava come supporto per i giochi il CD-Rom. Una funzione innovativa era il supporto alla rete con funzionalità simili a PlayStation Network e XBox Live. Fu un flop, dovette scontrarsi con le console del periodo come PlayStation e Sega Saturn ben più preformanti.