Copenaghen, consigli e dritte per una vacanza in Danimarca

Copenaghen

Copenaghen e non solo, una vacanza fantastica, ma mettete in preventivo 1000 euro tra aereo, alloggio e cibo per una permanenza di una settimana. Di seguito dei consigli utili su come risparmiare un po’ in quanto la città per i nostri standard è abbastanza cara.

Come arrivare e dove alloggiare a Copenaghen

La compagnia aerea che mi ha portato in Danimarca è la Norwegian, ovviamente il prezzo dipende dal periodo e dagli orari. Se scegliete orari scomodi potete risparmiare qualcosina. Personalmente il mio volo era alle 10.45. Aereo molto comodo con addirittura il wi-fi, prezzo del biglietto 120,00 € andata e ritorno.

Per l’alloggio ci sono valide offerte in periferia. La città è ben collegata, la metro efficientissima. Io ho diviso la spesa con degli amici. La casa si trovava nei pressi la stazione di Ørestad, 10 minuti di metro dal centro e dall’aeroporto. Eravamo in sei e ci è costata circa 230€ a testa per una settimana. Se siete interessati, l’alloggio lo trovate su airbnb. L’appartamento è su 3 piani, ha tutti i confort, tra cui lavatrice e asciugatrice, forno a microonde, 6 posti letto comodi e un divano letto per un totale di 8 letti. A due passi c’è il centro commerciale Field’s, lasciate stare Netto, non è economico. Per il ritorno recatevi in aeroporto con largo anticipo, i controlli di sicurezza richiedono parecchio tempo in quanto c’è un solo ingresso per tutti i gate.

Cose da visitare e come muoversi in città

Per muoversi in città ci sono varie alternative, ma è consigliabile sfruttare la linea metro che copre tutta la città, i treni passano ogni 5 minuti. In alternativa potete sfruttare i monopattini o le bici a noleggio. La città si basa prevalentemente sulle mobilità green, troverete una marea di bici in giro, fate attenzione in quanto potreste essere investiti da queste ultime!

Vi consiglio la Copenaghen card, potete sottoscriverla attraverso l’omonima app disponibile per smartphone e averla così sempre a portata di mano. Con questa tessera avete i trasporti gratuiti sia per metro che per treni fino a Helsingør dove potete visitare il castello di Kronborg. Avrete accesso gratuito alla maggior parte delle attrazioni, fate attenzione solo ai giardini di Tivoli. La card vi garantisce solo l’ingresso al parco giochi ma le attrazioni vanno pagate a parte. In questo caso è più conveniente fare il biglietto all’ingresso con incluse le attrazioni. Io ho sottoscritto l’abbonamento per 5 giorni a 133 euro.

Il mio consiglio è quello di visitare prima le attrazioni che non sono coperte dalla card tra cui la visita a Malmö in Svezia e i giardini di Tivoli poi attivate la card per i restanti giorni. L’acquario e lo zoo sono da non perdere. Tenete conto che entrambi richiedono mezza giornata per una visita, quindi queste due attrazioni vanno visitate in giorni diversi. L’acquario è un po’ fuori zona, si trova nei pressi dell’aeroporto, ma ci si arriva comunque con la metro.

Rosemborg

Doverosa la visita al castello di Rosemborg dove sono custoditi i gioielli della corona. Sembra di fare un viaggio nel passato, vedere come vivevano i regnanti Danesi nel 1660/1700. Sale enormi, trono, stanze di servizio, ecc. Dovrete lasciare le borse all’ingresso negli appositi armadietti, quindi ricordatevi di non portarvi cose ingombranti.

Kronborg

Come dicevo poco sopra anche la visita al castello di Kronborg che si trova a Helsingør merita una visita. Potete prendere il treno, il viaggio dura circa 40 minuti ma ne vale la pena anche solo per il paesaggio.

Dedicate un giorno alla città vichinga di Roskilde dove sono sepolti re e regine del regno all’interno dell’omonima cattedrale gotica. Leggenda vuole che nello stesso sito sia anche sepolto il re vichingo “Bluetooth”, ovvero Harald. La città si trova a circa 20 minuti di treno da Copenaghen. Potete inoltre visitare il museo nautico che si trova poco lontano dalla cattedrale.

Infine è da andare almeno un giorno a Malmö. La città si trova in Svezia ed è raggiungibile attraverso il ponte più lungo d’Europa. Il viaggio non è coperto dalla card. Se siete patiti di calcio potete fare visita allo stadio omonimo dove si trova la statua di Ibra, Malmö infatti è la città natale del campione.

Tra le altre attrazioni di Copenaghen ci sono il museo di storia naturale, quello dei Guinness World Records, Belive it or not! Inoltre è da visitare la famosissima sirenetta. È anche da fare il giro sui canali, ovviamente sempre incluso nella carta Copenaghen.

Lingua, cibo e pagamenti

La lingua ufficiale è il danese, ma l’inglese è parlato benissimo, quindi se masticate un minimo della lingua della regina non avrete problemi. I ristoranti sono abbastanza costosi, preventivate almeno 20 euro per una cena. L’acqua vi viene servita stranamente con limone, forse per giustificarne il prezzo di 2 euro circa al bicchiere. Ricordate di recarvi al ristorante entro le 20.00. È uso comune mangiare presto, quindi alle 21 potreste trovare la cucina chiusa. I ristoranti dove ho mangiato bene sono:

wienerbrød, brioche danese

Per la colazione vi consiglio di farla a casa. Compratevi il dolce tipico del luogo da Bilka, dovreste cavarvela con un paio di euro, altrimenti mettete in conto almeno 5 euro per un cappuccino e cornetto. Dovete assolutamente provare il Chai Latte, buonissimo. Recatevi in uno degli Espresso House oppure vi consiglio The Living Room.

Se vi trovate nei pressi dell’acquario fate un salto da Funkis, i waffle con marmellata o gelato sono eccezionali.

Per quanto riguarda invece la moneta, credetemi, non so neanche come è fatta. Si usano prettamente pagamenti con carta di credito o contactless. Non c’è l’euro ma la corona, quindi se pagate con carta vi consiglio la Revolut, così non avrete commissioni. Si attiva in 5 minuti e supporta Applepay e Gpay. Considerate che io mi sono registrato a revolut a Copenaghen, dopo 10 minuti potevo già usare la carta virtuale con Apple Pay, il tutto gratuitamente.

Ho utilizzato anche Hype. Su ogni transazione con quest’ultima pagherete il 3% di commissioni. Con la PostePay invece le commissioni sono 1%, purtroppo però non avete la notifica delle transazioni in tempo reale, dovrete attendere uno o due giorni prima che si aggiorni l’estratto conto sull’app Poste.

Per quanto riguarda il vestiario, se scegliete di andarci nel periodo di Halloween (cosa che vi consiglio in quanto bassa stagione, meteo abbastanza clemente, colori autunnali fantastici e città addobbata per la festa dei morti con zucche e mostri ovunque), la raccomandazione e di vestirvi a strati. Le temperature sono abbastanza gradevoli, di sera fa un po’ freddo, ma nei locali si sta abbastanza bene.

Non vi resta che partire, se avete dubbi scrivete nei commenti. Buona vacanza!

Precedente Chernobyl, un disastro che poteva andare peggio Successivo Carte prepagate, esperienza sul campo

Lascia un commento