Comando e controllo, a un passo dall’apocalisse nucleare

a un passo dall'apocalisse nucleare

Di qualche giorno fa la notizia che l’Arsenale Nucleare USA ha commissionato un computer da 600 milioni di dollari. Fa riflettere il fatto che tale arsenale sia ancora gestito con dati su floppy disk. Si tratta pur vero di una tecnologia consolidata, ma cavolo, siamo nel 2019!

Da documenti desecretati dall’amministrazione Usa viene tratto questo libro interessantissimo sugli incidenti riguardanti ordigni nucleari dell’arsenale degli Stati Uniti come bombe perse in giardino e in mare. Il tutto ha come storia principale gli avvenimenti dell’incidente di Damascus, l’esplosione di un missile Titan. Su questa storia principale vengono raccontati altri casi di incidenti e aneddoti riguardanti le armi nucleari USA. Impressionante il fatto che i primi ordigni potevano detonare con un semplice impulso elettromagnetico. Non voglio pensare al poveraccio che ha fatto la guardia al primo ordigno del progetto Manhattan durante un temporale con fulmini!

Poco si sa invece di incidenti riguardanti l’arsenale Russo vedasi ultimamente l’esplosione misteriosa riguardante forse un missile sperimentale.

Precedente I 5 migliori editor di testo per sviluppatori per Mac Osx Successivo Fortune, citazioni a caso sulla shell